Roma 2015 - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

Roma 2015

Il Club > Livello 2
Roma, venerdì 29 maggio

Cagliari Elmas, ore 15:05 partenza. Siiih... Check-in già fatto, nessun problema all'imbarco; ormai dico una pura banalità perché si intende che non ho scarpe e neppure sandali o cose del genere. Tanto per cominciare, partiamo alle 15:50 e siccome si recupera sempre un po', sono a Fiumicino alle 16:45 circa. Avviso il B&B che sarò da loro intorno alle 18:10 e parto col treno delle 17:20 per Termini. Puntualmente mi sistemo nel B&B e vado a prendere la Metro; finisco per sbagliare, non so come. Me ne accorgo subito e scendo alla prima fermata, a Cavour; da lì me la faccio a piedi fino a Piazza del Popolo. Nessun problema, in circa 30 m arrivo e trovo il buon Enzo, il nostro primo Presidente che mi attende. Uno sguardo in giro ed ecco Claudia (vocedicane); sono circa le 19 passate da un paio di minuti. Ci sediamo a chiacchierare un po' ed alle 20 circa chiamo Giuseppe (cyberteam) per sapere dove sia; in realtà è proprio dove abbiamo deciso di mangiare, a 100 m di distanza. Il posto dove andiamo è "famoso" perché si mangia bene per poco prezzo e anche perché non si accorgono mai che siamo scalzi. Comunque mangiamo bene come sempre e spendiamo poco come sempre. In quattro eravamo e in quattro si stava bene; uno in più dell'anno scorso. Ragazzi, si fanno progressi!! Eppure a Roma, ci sarebbero - e ci sono - un bel po' di persone. Ma prova a far sapere come regolarmente faccio che ci sarà un incontro e si rendono irreperibili... Veramente, sto seriamente pensando che quando ho visto qualche foto fossero di sconosciuti e che queste persone NON ESISTONO nella realtà ma sono dei fake...  Alla fine della storia, mi sono rifatto tutto il percorso di nuovo a piedi e così alle 22:30 ero già al mio B&B. Faccio per aprire il portone e sbaglio chiave; si avvicina un pachistano credo, ed apre cortesemente. Entro in ascensore e lui mi segue; mi chiede come mai non abbia le scarpe in italo-anglo-pakistano o quel che era. Gli mostro il grosso logo nella mia T-shirt: legge e capisce, quindi mi fa: ahhhh, bene! Mi saluta con molta deferenza e mi fa tanti auguri. Buonanotte....

Paolo (bfpaul)
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu