La storia - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia

Il Club
Era il 1999 quando un signore di Genova decise di creare un sito internet che chiamò Club dei Nati Scalzi e di andare scalzo come i suoi piedi gli chiedevano da tempo. Il sito internet si avvaleva di un Guestbook e di un Forum, il primo piuttosto vivace, il secondo un po' meno. Circa 150 persone si dissero interessate o praticantii il barefooting.
Negli anni immediatamente successivi ci furono alcuni riusciti incontri e nel 2001 ci fu la storica "Intervista" per La7 ed una certa notorietà venne dopo il passaggio in TV.
Il sito ebbe subito dopo la sua seconda veste e si arricchì di partecipazioni importanti come quella della prima storica barefooter ed il Guestbook perse gradualmente seguito mentre il Forum diveniva il muovo punto di incontro. Dopo un periodo di stasi del Forum, dovuto al cambio di piattaforma, ci fu l'arrivo dei trolls ed arrivò anche un nuovo look che rimase fino al 2005 quando il sito assunse ancora una nuova veste ed il Forum si spostò su un'altra piattaforma.
All'inizio del 2006 il fondatore decise di non occuparsi più della gestione del Forum e del Club lasciandoli in mani amiche. Il fondatore resta un mito, la sua intuizione é stata geniale e chi ne ha preso il posto ha fatto quanto era possibile perché non rimanesse senza un seguito.
Nel 2010 la svolta: a seguito della notizia che un negozio di scarpe di Catania aveva preso il nome di Nati scalzi, venne deciso nello storico incontro di Milano di fondare una associazione denominata Club dei NatiScalzi alla cui costituzione si arrivò entro lo stesso anno ad opera di quattro barefooters. La costituzione in associazione, se ha creato qualche piccola complicazione burocratica, fa del nostro Club l'unica associazione riconosciuta per legge in Italia e crediamo anche in buona parte dei paesi nei quali il fenomeno è conosciuto e rispettato.
Chi ha preso l'impegno di continuare, lo fa per diversi motivi; innanzitutto perché il sito, primo in Italia e gestito da barefooters, è l'interfaccia del fenomeno con la società civile, poi perché tutti siamo riconoscenti al fondatore per la sua idea originale e coraggiosa.
Andare scalzi è bello ed è per tutti.
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu