Quasi scalzi? - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quasi scalzi?

Scalzi? Sì!
Capita di leggere spesso di scarpe "che è come andare scalzi". Suvvia...: l'unico modo di andare scalzi e godere di tutti i benefici fisici e psichici che ciò comporta è togliersi scarpe e calze. Tuttavia non tutte le calzature sono egualmente dannose e talvolta hanno anche la loro utilità. Come dicono i pragmatici barefooters anglosassoni "shoes are tools": le scarpe sono strumenti da utilizzare solo quando servono. Lungi da noi fare pubblicità alle scarpe in generale e tanto meno ad un modello e marca in particolare. Ci permettiamo solo qualche consiglio di massima per evitare che i benefici dei giorni scalzi siano completamente annullati da giorni malamente calzati.
Scarpe chiuse
Per quanto esistano scalziste che non disdegnano di tanto in tanto un tacco 12, chi voglia evitare di procurarsi più danni del dovuto sceglierà abitualmente scarpe: con tomaia che rispetti la forma del piede (che è un triangolo rovesciato con la base sotto le dita e il vertice costituito dal tallone); con suole flessibili anche in prossimità delle dita; prive di tacco; che assicurino il minimo sindacale di aerazione ai piedi.
Sandali & infradito
Meglio delle scarpe chiuse ... almeno i piedi respirano. Le infradito sono perfette come calzatura d'emergenza nello zainetto del barefooter prudente, ma sono poco adatte a lunghe camminate: portano a un passo innaturale e alla lunga si rischia una tendinite. Per le passeggiate, se proprio fosse necessaria una calzatura, meglio un sandalo un po' più allacciato.   
Scarpe minimaliste
E' una famiglia di scarpe nate per il "running" e l'"hiking" contrapponendosi alle scarpe da running tradizionali dotate di imbottiture sempre più ipertrofiche (il modello della foto probabilmente è il più "estremo"). Concetto giusto, ne abbiamo già parlato in ambito running. In effetti consentono di camminare e correre con una postura simile a quella a piedi scalzi: quello che si aggiunge in sicurezza lo si toglie al piacere e alla sensibilità (oltre che all'aerazione). Continuiamo a preferire i nostri piedi, ma in certe circostanze di clima o di terreno possono avere un'applicazione.    
Non sandali
Eh eh ... queste non sono scarpe: non hanno la suola! Sono ornamenti per i piedi (un po' come gli anellini e le cavigliere), per donne ma anche per uomini. Se vi piacciono usateli. Ma se sperate in questo modo di passare inosservati come se foste calzati avete sbagliato i vostri calcoli...
E adesso basta parlare di scarpe!
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu