In natura - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

In natura

Scalzi? Sì! > Livello 2

Cammineremo. Cammineremo soltanto.
Sarà piacevole camminare insieme.
Senza pensare di arrivare da qualche parte.
Non c’è un cammino di pace: camminare è la pace.
Non c’è un cammino di gioia: camminare è la gioia.
Ogni passo è una fresca brezza.
Ogni passo fa sbocciare un fiore sotto i nostri piedi.
Bacia la terra con i tuoi piedi.
Imprimi sulla terra il tuo amore e la tua gioia.

Thich Nhat Hanh





..  E non dimenticate che la terra
si diverte a sentire i vostri piedi nudi,
e i venti bramano giocare con i vostri capelli...



Kahlil Gibran  
Scusate: ci siamo un po' fatti prendere la mano (e il piede) e siamo scivolati verso il misticismo.... Ma in effetti camminare scalzi nella natura è anche un modo per ritrovare l'armonia con essa e con noi stessi.
Il piacere della varietà delle superfici e delle temperature... All'inizio l'impatto può essere così forte da essere fastidioso. Vi è mai entrata dell'acqua nelle orecchie che vi ha lasciato per qualche tempo parzialmente sordi? Quando poi finalmente ve ne siete liberate i suoni non vi sembravano troppo forti?. Quando vi togliete le scarpe per la prima volta anche il contatto con il suolo vi sembrerà forse troppo forte. Date tempo al vostro corpo di assestarsi e quello che all'inizio vi sarà sembrato un rumore sgradevole diventerà musica.
 
Fuor di metafora e rimettendo i piedi per terra: iniziate facendo i compiti a casa camminando scalzi nel cortile o nei dintorni di casa vostra. Per la vostra prima uscita a piedi nudi scegliete poi percorsi che già conoscete: brevi, vari, ma non troppo impegnativi. Meglio fare le prime esperienze in compagnia con amici barefooters, esperti o principianti, oppure da soli evitando "sfide" premature con escursionisti calzati. Mano a mano che i vostri piedi avranno acquisito maggior familiarità con il terreno e la pelle si sarà rinforzata potrete incrementare il chilometraggio e la difficoltà dei percorsi. Con il tempo arriverete a camminare su terreni che all'inizio avreste considerato inaffrontabili. E, se vi sembrerà opportuno, potrete anche trasportare cocomeri per i canyon dell'Arizona come il giovane della foto a fianco.
Se vuoi saperne di più c'è un libro intero che parla di queste cose: il suo titolo è "Barefoot Hiker" di Richard Frazine.
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu