Il benessere sale dai piedi - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il benessere sale dai piedi

Scalzi? Sì! > Livello 2
Abbiamo visto nelle sezioni precedenti come la meccanica naturale della camminata scalza consenta di evitare i danni che derivano dall'utilizzo continuo di calzature. Vero. Ma chi chi abbia provato a camminare scalzo sa che c'è qualcosa di più che è difficile da raccontare e da spiegare scientificamente e che deriva dal contatto diretto del nostro corpo con la Terra. Sono sensazioni da sperimentare più che da descrivere o teorizzare. Ma ci proviamo lo stesso.

  1. La medicina cinese tradizionale cinese e quella indiana ayurvedica definiscono rispettivamente "qi" o "prana" l'energia vitale che scorre nel nostro corpo ed il cui blocco ingenera tensioni e malattie. In questa ottica, facendo riferimento a concetti che non sono "scientifici" ma che riguardano "altro" da quanto attualmente scientificamente conosciuto, potremmo assimilare la pratica del barefooting ad una sorta di qigong (o di yoga) camminato che ci rimette in armonia con noi stessi e con il mondo che ci circonda;
  2. La riflessologia plantare è una tecnica di microstimolazione basata sulla ipotesi, non scientificamente provata, che sui piedi e sulle mani si trovino riflessi tutti gli organi, le ghiandole, e le parti del corpo. Secondo i suoi sostenitori, applicando il massaggio riflessologico si potrebbe influire beneficamente sull'organo, o sistema, corrispondente al riflesso stimolato a livello del piede. In questa ottica camminare scalzi equivale a farsi fare un massaggio, forse un po' grossolano ma ripetuto (e gratuito), dalla Terra intera;
  3. Earthing: alcuni ricercatori americani (principalmente: Sinatra, Zucker e Ober) sostengono che siamo sempre più malati, stanchi e soffriamo di infiammazioni croniche per un motivo ben preciso: non siamo connessi alla Terra e soffriamo una carenza di elettroni a causa di questo mancato collegamento. Possiamo ottenere una ricarica istantanea semplicemente mettendo i piedi nudi a contatto con la Terra (a patto che si tratti di una superficie naturale), o dormendo sulla terra, o utilizzando attrezzature finalizzate a raggiungere lo stesso effetto elettrico. Questo approccio ha avuto grande diffusione sul web e un buon successo commerciale ma è guardato con diffidenza a livello accademico. Non abbiamo le competenze scientifiche per dare valutazioni definitive sull'earthing e non è il nostro ruolo: ci limitiamo a darne notizia per completezza informativa;   
  4. Limitandoci alle certezze fisiologiche: alla base del cervello c'è un piccolo oggetto (1,2 cm di diametro) noto come "Centro della Ricompensa". E' il motore del nostro senso di benessere. Quando i neuroni di questo nucleo vengono stimolati, noi ci sentiamo felici. Come ogni motore ha il suo carburante anche questo ha il proprio: sono le endorfine. Come si fa a produrre più endorfine? La fatica fisica volontaria (correre, nuotare, pedalare) e tutti gli stili di vita salutari ne incentivano la produzione. Anche la stimolazione del nostro corpo produce endorfine. Sotto la pianta del piede sono presenti moltissime terminazioni nervose che, stimolate dalle diverse superfici calpestate, danno una sensazione di energia e di benessere che si materializza attraverso la produzione di endorfine. Considerando che le endorfine collaborano con il sistema immunitario e con il sistema endocrino, possiamo concludere che il piacere di vivere scalzi potenzia anche il nostro stato di salute.
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu