Roma 2013 - Club dei NatiScalzi

Dal 1999 ... il primo sito in Italia sul barefooting gestito da barefooters
Club dei NatiScalzi
Organo del
Vai ai contenuti

Menu principale:

Roma 2013

Il Club > Livello 2
Roma, venerdì 24 maggio

E' stata una congiunzione astrale curiosa. Aeroporto di Cagliari, check in: Mille persone, faccio a tempo a vedere un tale che mi guarda i piedi e fa cenno alla moglie, poi ci rivediamo uno di fronte all'altro nei vari avanti e indietro della fila, ha un'espressione fra il meravigliato e il preoccupato, ma forse è la sua espressione naturale. Commenti: ZERO. Arrivo alla macchina del check, metto zainetto & C e passo il detector. Il tipo del controllo mi solleva le braccia e mi tasta leggermente e vede bene cosa c'è sulla mia T-shirt. Commenti, un minimo accenno di sorpresa: ZERO. Ma è un professionista e c'è un casino di gente.... Salgo sull'aereo, steward e comandante: - Buongiorno! - un sorriso appena divertito della prima e poi dell'altra all'interno. Commenti ZERO, come sempre del resto. Scendo dall'aereo e prendo il treno da Fiumicino in anticipo: non mi era mai successo; (la congiunzione astrale ...) chiamo Rei che viene a prendermi nell'atrio di Roma Termini, un milione di persone. Ci sia uno che si accorge di me di noi ... : ZERO. Intendiamoci, lo sapevo. Rei deve fare spesa in un supermarket, sguardi, commenti dei presenti: ZERO. Vado al mio B&B ed il tipo della reception mi saluta come un vecchio amico. Oh, finalmente sono tornato sulla terra, si ricorda bene dell'anno scorso che ero arrivato con un ditone sanguinante (l' avevo sbattuto in uno spigolo distrattamente) e mi dà la stanza miglione, la Caravaggio. Andiamo a casa da Rei, dove in una full immersion di un paio d'ore mi racconta un miliardo di aneddoti anche divertenti, parliamo male a turmo (io solo per il 20% del tempo, forse) di sistemi operativi, politici e gentaglia varia), poi dopo uno scarico millenario interrotto di un file che mi serviva, andiamo a comprare una chiavetta USB e in soli 20 min me la riempie copiandomi il file. Ma tutto questo è assolutamente normale, Rei parla mooolto più di me!! Dimenticavo: la prima Claudia, incontrata vicino a casa ha annun- ciato forfait, e vabbeh, ne restano altre due fra oggi e domani... Chiama Elan che ci annuncia di dover rinunciare per un improvviso impegno di famiglia (e due che stasera non saranno a mangiare la pizza con noi!), Rei avvisa il pizzaiolo. Arrivata l'ora, eccoci lì assieme a Giuseppe; la seconda Claudia arriva con qualche minuto di ritardo e finalmente eccoci a mangiare un' ottima pizza napoletana. Rei ha già fatto un riassunto degli aneddoti a Giuseppe, ma con Claudia non ci riesce mica: è l'uinica persona su questo pianeta che riesca a stopparlo in un microsecondo circa... Comunque la seconda Claudia ci conferma che domani non potrà esserci ed è un peccato, speravo nella congiunzione astrale, Claudia non era mai stata presente il sabato. E invece qui la congiunzione astrale ce l'ha fatta di nuovo, grrrr..

Roma, sabato 25 maggio

Puntuali arriviamo al luogo dell'appuntamento, Giancarlo e Rita ci raggiungono dopo pochi minuti. Rei chiama la terza Claudia che doveva essere lì come noi alle 9 e invece la sveglia. La notte ha fatto tardi, con buona pace di Rei, per me l'ha "bruciato" o valutava ZERO questo "impegno". Ok, la congiunzione astrale.... Rei, riavvolge il nastro e comincia gli aggiornamenti per Giancalo e signora, su: aneddoti di tipo professionale, gli incontri al seggio elettorale nelle due ultime elezioni col Presidente (vedi il suo post di stamattina...), and C. Arriva Giuseppe e nel mentre che aspettiamo Michele davanti all'Ambasciata americana, arrivano le patch (dopo gli aggiornamenti, no?). Arriva Michele, rewind e ricomincia. Io mi dedico alle chiacchiere con gli altri perché sono già aggiornato e patchato, eh, eh ... Va bene, ci giriamo in tutta tranquillità Villa Borghese e alla fine dirigiamo verso piazzale Flaminio da Manish a mangiare. Quante persone abbiamo incontrato in tutta la mattinata? Mille, duemila? Sguardi, occhiate, commenti? ZERO, virgola ZERO. La signora del Manish si acconge che siamo scalzi dopo averle dato l'autoadesivo del Club, mentre andiamo via, ma conosceva Rei, quindi nessuna meraviglia o commento, ci mancherebbe. E diciamola così: indubbiamente un qualunque esercente di un esercizio commerciale CHE SI RISPETTI non può essere un rompiscalzi perché automaticamente sarebbe un c......e. Alla fine ci si lascia in Metro ed io salgo sul mio Italo, carrozza 9 posto 9 per Milano.

Paolo (bfpaul)
Club dei NatiScalzi
Torna ai contenuti | Torna al menu